Seguimi e condividi:
Quando passione, tenacia e voglia di fare si amalgamano, dando vita ad un mix di energia ed esplosione, ciò che ne risulta è sempre un prodotto positivo e gratificante.
E´ esattemanete quanto successo a sei ragazzi di Contrada Rocchi (frazione di Rende-CS), ingegneri e futuri ingegneri, accomunati dalla passione per la Radio.
Il loro progetto ha preso piede qualche settimana fa con risultati del tutto inaspettati.
E´ nata per caso l’idea di dar vita ad una Web Radio, con l’intento principale di divertirsi e di avere un motivo in più per stare insieme e condividere informazioni.
Inizialmente la programmazione prevedeva che, la Rubrica “Una poltrona per due”, in onda ogni martedì dalle ore 22, trattasse di Cinema e di argomenti cari agli appassionati cinefili;
progetto attualmente arricchito dalla presentazione di alcune Band Musicali emergenti di tutta Italia.
Lunedì sera, sempre dalle ore 22, a tenervi compagnia ci sarranno i ragazzi con la fissa del Calcio, che col programma “Il lunedì nel Pallone”, discuteranno del campionato di Serie A, dei Campionati Internazionali e di Calciomercato, mantenendo un occhio di riguardo sugli ultimi Gossip riguardanti i calciatori.
Vi sarà possibile interagire con i conduttori direttamente on-line, postando i vostri commenti sulla Chat o, in alternativa, intervenire durante i programmi utilizzando Skipe.
Questo progetto dimostra come dei giovani studenti, con pochi strumenti e zero finanziamenti, siano riusciti dal nulla a mettere in piedi un prodotto del tutto innovativo e come la voglia di fare, messa in pratica, dia vita a risultati davvero gratificanti.
Aiutamo Radio Contrada Rocchi a crescere, sostenendo così dei ragazzi modello che si sono inventati un ottimo diversivo alla quotidianità senza alcuno scopo di lucro!
Potrete inoltre trovare le ultime News o fare i vostri commenti sulla loro Pagina Facebook cliccando sul pulsante Mi Piace.
Allora vi raccomando, ogni lunedì e martedì, tutti sintonizzati su Radio Contrada Rocchi, la Web Radio che brilla!!!

Questo articolo è stato letto 408 volte